Le Beatitudini: leggere il presenteá nell'orizzonte eterno.

Leggere il presente con gli occhi di Dio Ŕ certamenteá atteggiamento coraggioso, in quanto esprime la consapevolezza che il mondo, che la realtÓ visibile che i nostri occhi contemplano, che le nostre orecchie sentono e le nostre mani toccano non Ŕ il tutto dell'uomo. In ciascuna beatitudine Ŕ presente la tensione tra la situazione presente, segnata dalla negativitÓ (la povertÓ, l'afflizione, la persecuzione) e il futuro, il mondo invisibiie di Dio, che si caratterizza come possesso del Regno, ereditÓ della terra, consolazione, visione beatifica. L'uomo e la donna delle Beatitudini, sono coloro che leggono le situazioni presenti contemplando l'orizzonte eterno di queste situazioni e fidandosi della promessa e della parola di Dio. Essi sanno che trovano la propria realizzazione umana e il proprio senso prolungando lo sguardo al dl lÓ delle realtÓ terrene e perci˛ affermano che Dio Ŕ tutto, Ŕ Colui che ha creato il mondo e che quindi pu˛ saziarci completamente. E allora non sono avidi di beni, di relazioni affrettate, di esperienze forsennate e deludenti o ingannevoli: hanno in Dio la pace, la sicurezza, la felicitÓ, cosi come l'hanno i santi che giÓ vivono in cielo e i nostri morti.

Questa festa di Tutti i Santi vuole ricordare a noi quella moltitudine immensa di santi senza nome, tutta quella gente che forse nel mondoá Ŕ sembrata una presenza inutile, forse santi di cui non ci siamo neppure accorti, pur avendoli vicini. Sono tutti coloro che hanno portato silenziosamente sulla fronte il sigillo del Signore e che noi non abbiamo saputo vedere; noi ora ne facciamo memoria con viva gratitudine, ricordiamo questi uomini e queste donne, carichi come noi di debolezza e di fragilitÓ, magari anche di peccato, che per˛ hanno avuto la forza, l'autenticitÓ, la sinceritÓ di sentirsi incapaci ad esser santi ma, con costante perseveranza, hanno sempre gridato a Dio, giorno e notte, perchÚ il Signore stesso compisse in loro l'opera di santificazione. Hanno cercato di vivere nella fede, nell'amore, nella misericordia, e sono stati giudicati sull'amore, sulla fede, sulla misericordia. ╚ una turba immensa, che Ŕ passata sulla terra facendo il bene senza farsi vedere dagli altri, senza orgoglio nÚ umano nÚ spirituale, senza disprezzare o condannare nessuno, ma pregando per tutti e sentendosi carica di peccati pi¨ degli altri.